C’è un vino Cavazza per accompagnare ogni momento, ogni sapore e ogni stagione.
Cerca il tuo!

Oggi la nostra sede centrale è nella cantina di Selva, all’interno della denominazione del Gambellara, dove avviene tutta la produzione Cavazza: la zona di vinificazione, la barricaia, l’imbottigliamento e lo stoccaggio, il fruttaio, la sala degustazione e il wine shop. 
Quando parliamo di “controllo dell’intera filiera produttiva”, è proprio questo che intendiamo: nella nostra cantina seguiamo personalmente ogni passaggio, dai primi germogli fino alla spedizione delle bottiglie al vostro indirizzo. Tutto ha inizio qui: dalla nostra casa per arrivare alle vostre case.

I valori della nostra produzione

Siamo saldamente attaccati alla terra senza la quale nulla sarebbe possibile, a quelle radici che ci hanno dato la vita, e allo stesso tempo ci sentiamo sognatori capaci di guardare oltre la cima dei filari nei campi, proiettandoci verso nuove sfide e nuovi orizzonti.

Abbiamo ricevuto un’eredità preziosa, fatta di rispetto, dedizione e cura. È questa la chiave della nostra attività, da quando il primo grappolo germoglia fino al momento in cui chiudiamo una nuova bottiglia: il rispetto per il prodotto, per i nostri clienti, per l’ambiente, per il mondo attorno a noi e il suo continuo mutamento.

Sappiamo quanto conti il legame tra azienda e territorio, per questo tuteliamo il paesaggio e la biodiversità, siamo trasparenti nella tracciabilità dei nostri vini, curiamo ogni dettaglio per ottenere il massimo livello qualitativo, siamo attenti alla filiera lunga che necessita di eccellenza in ogni passaggio.

Siamo quello che facciamo.

Il mondo del vino, in continua evoluzione, ci spinge costantemente a rinnovare e innovarci, a scoprire percorsi inediti con entusiasmo, ad abbracciare il nuovo che arriva.
Per crescere, migliorare e perfezionarci sempre.

Noi siamo la nostra storia, e nostra è la responsabilità di onorarla e continuare a scriverla. Con parole diverse, forse, ma con la stessa anima.

Non è facile raccontare cosa significhi lavorare oggi in un’azienda agricola, un’azienda che porta il nostro nome e che è nata quattro generazioni fa. È semplice, invece, raccontarvi chi siamo. Perché noi siamo quello che facciamo. Ci curiamo in prima persona dei nostri vigneti, mettiamo in pratica ogni giorno gli insegnamenti con cui siamo cresciuti e, forti di questo, sappiamo sperimentare con coraggio.

Il ciclo di vita di una vigna

Seguiamo le nostre vigne l’intero anno, per favorire il loro equilibrio tra attività vegetativa e produttiva in base alla varietà e al sistema utilizzato. Le accompagniamo ad affrontare con dolcezza il ciclo delle stagioni: la potatura invernale, cimatura e spollonatura in primavera, il diradamento dei grappoli eseguito a mano sotto il sole d’estate. Fino allo spettacolo della vendemmia autunnale che ancora oggi, dopo tanti anni, ci riempie il cuore di emozione e orgoglio.

Un impegno continuo fra innovazione e sperimentazione

Fin dalle origini, Cavazza è sinonimo di continua innovazione e sperimentazione. E le novità oggi non si fermano: applichiamo la tecnica della confusione sessuale con feromoni per prevenire l’attacco di insetti nocivi, e adottiamo nuovi sistemi come l’inerbimento dell’interfilare, la gestione delle erbe spontanee attraverso la competizione arborea, il diserbo meccanico e il sovescio per ricostituire la fertilità dei suoli.

Questo è quello che intendiamo quando diciamo di garantirvi la massima qualità e controllo in ogni step della produzione dei nostri vini. E per questo visitare la nostra cantina, significa veramente comprendere come nasce un vino.

Lo spettacolo della vendemmia

Il legame profondo e diretto con la tradizione continua a ricoprire gran parte del nostro lavoro quotidiano. Tradizione che diventa una festa a settembre, quando raccogliamo le uve mature esclusivamente a mano, grappolo dopo grappolo. È in questi istanti preziosi che il tempo si ferma. Se chiudiamo gli occhi, possiamo ancora immaginare i nonni Domenico e Pietro che passeggiano tra i filari controllando le vigne con gesti amorevoli.

Arriviamo così alla fase finale di questo percorso, quando le strade dei bianchi e dei rossi si dividono: mentre i primi, dopo la decantazione, passano al vetro, una parte dei secondi prosegue con l’affinamento in legno nella nostra cantina sotterranea, fino all’imbottigliamento.
Qui finisce il nostro lavoro, e qui inizia il vostro piacere. Vogliamo pensare che chi tiene fra le mani una bottiglia Cavazza possa toccare tutto questo: le nostre tradizioni, il nostro impegno, le nostre idee, la nostra passione.

Segui @cavazzawine su instagram e condividi le tue foto con #cavazzawine