C’è un vino Cavazza per accompagnare ogni momento, ogni sapore e ogni stagione.
Cerca il tuo!

La nostra uva, i nostri vigneti, le nostre terre: sono queste le tre anime del vino Cavazza. Tre elementi inscindibili e insostituibili, nati dalla stessa fonte di vita: l’ambiente, senza cui nulla sarebbe possibile.

Siamo da sempre consapevoli che non può esserci un prodotto di qualità senza il rispetto per la materia prima. Rispetto che si traduce in cura per il nostro paesaggio, che tuteliamo con lo stesso impegno che mettiamo nel nostro lavoro quotidiano.

Ci lasciamo ispirare ogni giorno dalle colline di Selva, culla non solo della nostra cantina, ma prima ancora della nostra famiglia. Le nostre mani che pettinano i filari della Tenuta Cicogna sono colme di responsabilità verso una terra che ci ha dato tanto, e alla quale dobbiamo moltissimo.

L’ambiente in cui viviamo ci ha permesso di diventare ciò che siamo oggi, e con le nostre azioni abbiamo il dovere e il privilegio di plasmarlo, arricchirlo e rispettarlo ogni giorno, ricambiando con gratitudine tutto ciò che ci è stato dato. Perché un’area vitivinicola non si compone solo di elementi naturali, ma anche dei segni lasciati dall’uomo.

Viticoltura Sostenibile

Tutelare il paesaggio e salvaguardarne la straordinaria bellezza è una nostra responsabilità, al pari di creare un prodotto di eccellenza come il vino Cavazza. Responsabilità che si riflette nella gestione stessa delle nostre vigne. Per questo, abbiamo creato il nostro personale manifesto della viticoltura sostenibile, con precise caratteristiche di coltivazione:

Inerbimento a basso impatto ambientale

Diversificazione della coltura e salvaguardia della biodiversità

Coltivazione non intensiva: con vigneti intervallati da oliveti, alberi di marasche, fichi, corbezzoli, boschi, gelsi

Uso sostenibile degli agrofarmaci

Sovescio, che prevede il riposo di alcuni vigneti per anni nel rispetto della rotazione colturale

Potatura manuale per controllare l'equilibrio vegeto-produttivo di ogni pianta

Salvaguardia delle vigne storiche, come il Tai rosso Cicogna

Risparmio idrico attraverso un sistema di micro irrigazione per una minore dispersione d’acqua.

Biodiversità Opuntia Nana

Salvaguardia della biodiversità

La biodiversità naturale è una ricchezza inestimabile, e la varietà delle forme viventi e degli ecosistemi è per noi irrinunciabile. Prati, boschi, insetti impollinatori e microrganismi indigeni vivono in simbiosi con le nostre piante, migliorando non solo la qualità della loro vita, ma anche quella del nostro vino. In quest’ottica, ai bordi dei nostri vigneti abbiamo realizzato fasce di vegetazione arboreo-arbustiva tipiche della flora mediterranea e locale, con piante generose come quercia, leccio, lentisco, corbezzolo e frassino.

Questo ci permette anche di fare piacevoli scoperte, come la popolazione naturale di fico d’India nano – Opuntia Compressa – in un rilievo vulcanico presente proprio nella zona di Selva, a noi tanto cara. È una specie vegetale che ha trovato favorevoli condizioni ambientali e un microclima ideale in cui vivere. Perché, se è vero che il paesaggio ha bisogno di cure costanti e molto lavoro, è altrettanto vero che restituisce sempre un’inesauribile meraviglia.

Nei terreni in cui la particolare morfologia non aiuta la destinazione a vigneto, abbiamo optato per piante di ulivi. Riusciamo così a diversificare le nostre colture e a puntare sulla biodiversità paesaggistica collinare, entrambi aspetti per noi fondamentali. E azioni come l’inerbimento e la messa a dimora di piante locali ci aiutano a incrementare la resistenza all’erosione e l’integrazione di ciascun elemento ambientale, vera ricchezza del nostro territorio.

Energia Sostenibile

Vi abbiamo raccontato il nostro amore per l’ambiente in cui viviamo. Decidere di investire in un impianto fotovoltaico ci è sembrata quindi la maniera più giusta e naturale per proseguire in questo percorso di salvaguardia ambientale.

Il progetto, iniziato nel 2010, ha visto la copertura del tetto della nostra cantina, dedicata a magazzino e imbottigliamento, per un totale di 1.500 metri quadri.

Grazie alla produzione di 160 kWp, questo sistema ci permette oggi di essere completamente autosufficienti anche per quanto riguarda il funzionamento dell’intero sistema di refrigerazione – autoclavi e magazzino –, delle presse e dell’impianto di imbottigliamento.

Con il fotovoltaico risparmiamo ogni anno:

82 tonnellate di
CO2 anidride carbonica
144 chilogrammi di
diossido di azoto (polveri)
34 tonnellate
di petrolio

Ecco perché il nostro vino è frutto non solo di una lunga esperienza, di tanto lavoro, di strumenti all’avanguardia e di materie prime di alta qualità, ma anche di una straordinaria attenzione per la nostra terra e dell’impegno costante nel tutelarla.

Questo è Cavazza per l’ambiente, questi sono i valori in cui crediamo e che ci permettono di offrire un prodotto di eccellenza.

Segui @cavazzawine su instagram e condividi le tue foto con #cavazzawine